Papers

  Supporto dell’informatica mobile all’apprendimento e materiali didattici multidispositivo
Enrico Cavalli, Claudio Birolini, Daniela Iovino, Agostino Lorenzi Università di Bergamo - Didamatica 2012, Taranto, 14-16 maggio 2012
pdf
  La crescente diffusione di dispositivi informatici, quali tablet e smartphone, rende centrale l’importanza dell’informatica mobile come supporto ai processi di apprendimento anywhere e anytime e richiede attenzione nella progettazione e nella realizzazione di materiali didattici, basati sull’utilizzo di interfacce e modalità di accesso che li rendano facilmente disponibili per gli utenti su dispositivi diversi: computer desktop, computer tablet, LIM e smartphone.
  Progettazione e sviluppo di contenuti efficaci per l'e-learning
Enrico Cavalli, Daniela Iovino, Agostino Lorenzi Università di Bergamo - Didamatica 2010, Roma, 21-23 aprile 2010
  L’esperienza dimostra che produrre buoni materiali richiede tempi ed energie in quantità notevole: da qui nasce l’esigenza di strumenti e modalità per produrre contenuti didattici in tempi rapidi tenendo conto delle risorse umane disponibili e garantendo in ogni caso le scelte metodologiche e progettuali, oltre alla qualità e all’efficacia del prodotto. L’argomento viene discusso con riferimento ad alcune attività concrete nell’ambito del servizio e-learning di Ateneo a supporto dei corsi universitari.
  Aspetti evolutivi degli ambienti collaborativi di Ateneo: tecnologia, metodologia e contesti applicativi
Enrico Cavalli, Daniela Iovino, Agostino Lorenzi Università di Bergamo - Congresso AICA 2009
  Il progetto e-learning di Ateneo pone al centro la didattica e il supporto ai percorsi di apprendimento, offrendo ambienti collaborativi caratterizzati dalla facilità di utilizzo per docenti e studenti. La lunga esperienza maturata e il crescente numero di corsi e utenti hanno prodotto un'evoluzione delle piattaforme tecnologiche e anche una loro personalizzazione, in senso strumentale, ma anche metodologico. Vengono presentati tre contesti applicativi degli ambienti collaborativi: corsi blended nel supporto alla didattica in presenza, master di secondo livello con alto numero di utenti, archiviazione dei documenti amministrativi e gestione del flusso documentale.
  Stage aziendale in modalità “blended” in un progetto di alternanza scuola-lavoro
Agostino Lorenzi, Ferdinando Paolitti - Didamatica 2009, Trento, 22-24 aprile 2009
  Viene descritta un’esperienza di alternanza scuola-lavoro che ha coinvolto gli studenti di un Istituto superiore, in parte con uno stage in presenza presso l’azienda e in parte attraverso l’attività laboratoriale svolta a scuola nello sviluppo di un progetto proposto dalla stessa azienda. Rispetto allo stage tradizionale, essa rappresenta un modello formativo in forma mista che prefigura profili professionali interni ed esterni all’azienda e che utilizza le tecnologie informatiche e gli strumenti della rete per la collaborazione e l’apprendimento.
  Pluralità di strumenti e-learning per sostenere la didattica
Enrico Cavalli, Adriana Gnudi, Agostino Lorenzi, Università di Bergamo - V Congresso nazionale Sie-l, Trento, 8-11 ottobre 2008
  Per realizzare progetti e-learning, le Università hanno a disposizione una grande varietà di piattaforme e strumenti. Occorre evitare di partire dalla tecnologia, per mettere invece al centro la progettazione didattica e nello stesso tempo la facilità d’uso per docenti e studenti. Vengono presi in considerazione gli aspetti pedagogici e organizzativi del servizio e-learning e le caratteristiche di alcuni ambienti software, evidenziando l’importanza della loro integrazione anche con riferimento all’esperienza dell’Università di Bergamo.
  E-tutoring and Mathematics: How They Work in Blended Learning Courses
Adriana Gnudi, Walter Fornasa, Agostino Lorenzi, Lucia Malvisi, University of Bergamo, Italy , EDEN Annual Conference 2008, Lisbon, 11-14 June 2008
  School and university are, in general, the places where society can create for its students the possibilities to express to the fullest their own learning abilities. These possibilities arise when both learning and teaching exist in constant interaction when the student is assigned a pro-active role. E-learning technology represents a fundamental resource in such an approach, by allowing for a level of flexibility that permits lecturers to follow a creative teaching pattern of active teaching even in subjects where the theoretical aspects are prevalent, such as mathematics.
  PACEL Project: Learning Objects in Mathematics
Enrico Cavalli, Adriana Gnudi, Agostino Lorenzi, University of Bergamo, Italy, EDEN Annual Conference 2008, Lisbon, 11-14 June 2008
  The aim of the project is to create a set of L.O. which can be used to present some fundamental mathematical concepts. The objective is to produce multimedia structured in a manner which allows teachers to connect the theory and the applications in a very flexible way using a model which integrates both aspects in a form which promotes real understanding and the acquisition of calculus instruments related to them. Each concept is expounded with a set of problems in Economics, Physics, Statistics and Finance which are typically used as examples of applications.
  e-learning e virtual machines
Enrico Cavalli, Samuele Locatelli, Agostino Lorenzi, Università di Bergamo, IV Congresso Sie-L, Macerata, 4-6 Luglio 2007
  La disponibilità di software per la gestione di virtual machine offre nuove possibilità di applicazione nell’ambito della didattica, in generale, e dell’e-learning in particolare.
Si tratta in sostanza di poter usare ambienti operativi preconfigurati, facilmente installabili e trasferibili su macchine diverse.
  Lecturer perception of the effectiveness of blended learning and institutional support mechanisms
Enrico Cavalli, Adriana Gnudi, Daniela Iovino, Agostino Lorenzi, Lucia Malvisi, Università degli Studi di Bergamo, Italy, EDEN 2007 Annual Conference, 13-16 June, 2007, Naples, Italy
  Quality issues are always paramount when delivering University courses and the University felt that it was vital to assess lecturer experience in the e-learning field in order to establish what their particular needs are, especially with a view to quality control and the use of resources. It was decided to undertake a research project into staff perception of the effectiveness of blended learning in order to ascertain exactly how lecturers view this new method of communication and whether they feel that the extra materials provided by them in an online environment influenced the students in any way. In effect how useful is an online environment when the bulk of the course is delivered face to face?
Do lecturers feel that the support mechanisms they need are enough to establish and deliver materials through an online environment?
What are the implications for the resources invested into e-learning for the university?
  Contenuti e metodologie per la didattica dell'informatica nella scuola superiore
Agostino Lorenzi, Didamatica 2007, Cesena 10-12 maggio 2007
  I programmi degli indirizzi informatici nella scuola superiore risalgono all’inizio degli anni ’90. Da allora l’adeguamento allo sviluppo tecnologico è stato fatto dai singoli docenti o dalle singole scuole. Nello stesso tempo è cambiato il profilo professionale per le figure informatiche di primo livello (programmatori) e sono cambiate le richieste di personale da parte delle aziende. L’analisi qui svolta presenta alcune proposte operative per costruire un percorso didattico e definire le metodologie didattiche efficaci, con attenzione anche all’Open Source e alle opportunità offerte dall’e-learning.
  e-learning come servizio integrato in un portale di Ateneo
Enrico Cavalli, Adriana Gnudi, Agostino Lorenzi Università di Bergamo, Carla Milani IBM Italia, Atti del Convegno Expo e-learning, Ferrara, 2005
  Lo sviluppo del progetto di e-learning dell’Università di Bergamo ha evidenziato un contesto di crescente complessità gestionale, derivante dalla presenza di tecnologie, applicazioni e piattaforme eterogenee. Acquisite nel corso del tempo, a fronte di precise esigenze, esse presentano la criticità di non essere integrate, reciprocamente dialoganti e fortemente coese. In questo contesto il portale di ateneo può giocare un ruolo fondamentale per i potenziali vantaggi derivanti dall'adozione di uno strumento capace di integrare le tecnologie e i processi per comunicare esternamente ed internamente.
  L´e-learning nel supporto alla didattica in presenza: motivazioni per l´apprendimento e riprogettazione dei percorsi didattici
Graziella Di Blasi, Agostino Lorenzi, Atti del Convegno Expo e-learning, Ferrara, 2005
  Il progetto nasce dall’esigenza di rispondere al bisogno di attività di recupero-approfondimento presso un Istituto Superiore. L’utilizzo di una piattaforma e-learning open-source ha permesso di ottimizzare i tempi di intervento e contemporaneamente di utilizzare supporti informatici e metodologie didattiche alternative. L’esperienza condotta evidenzia la possibilità di migliorare i processi di apprendimento, di motivare gli studenti e nello stesso tempo di favorire la riprogettazione dei percorsi didattici dei docenti.
 

La Classe Virtuale sincrona nell'ambiente e-learning con modalità blended
Giorgio Agosti ABB Italia, Enrico Cavalli, Adriana Gnudi, Agostino Lorenzi, Lucia Malvisi Università di Bergamo, Didamatica 2005, Potenza, 12-14 maggio 2005

  La formazione universitaria registra una nuova tipologia di utenti, gli studenti-lavoratori e di età adulta. Essi portano la richiesta di una diversa modalità di apprendimento, più coinvolgente e più attiva. In questo contesto l'uso di un ambiente di e-learning in modalità blended risulta particolarmente adatta. L'esperienza descritta si basa sull'integrazione tra le attività asincrone in e-learning e l'uso della Classe Virtuale sincrona ed è supportata dalla partnership tra Università di Bergamo e l'azienda ABB Italia. La valutazione dei docenti e la percezione degli studenti partecipanti confermano l'efficacia della Classe Virtuale per favorire il processo di apprendimento e l'interazione sociale nel gruppo.
  Matematica ed elementi di programmazione con il foglio elettronico
Agostino Lorenzi, Workshop al convegno IRRE Milano 15/10/2004
  L'uso del foglio eletronico nella didattica della matematica: strumenti e progettazione di percorsi didattici.
 

An evaluation of an oline ICT course: student perception, support issues and lecturer involvement
Adriana Gnudi, Agostino Lorenzi, Lucia Malvisi, University of Bergamo, Italy 3rd EDEN Research Workshop, Oldenburg, Germany, March 4-6, 2004

  The acquisition of basic Information Technology and Communication (ITC) skills is considered a vital starting point for students in the first year of any University course. At the Economics Faculty, Bergamo University, Italy, a level one Informatics course is offered to all students, in order to achieve a uniform standard in first year students. It was also decided that the ability to work within a Virtual Learning Environment (VLE) should become a core skill for any student beginning a degree course within the Faculty, thus serving as the basis for further development within subsequent modules of a degree course. The Economics Faculty decided to undertake both a quantitative and qualitative evaluation of the distance mode.
 
  La formazione in e-learning fornisce un ambito sia per un apprendimento efficace e attivo, sia per abituare gli studenti a una mentalitÓ collaborativa. L'UniversitÓ di Bergamo ha attivato un sistema per la didattica on line da affiancare ai tradizionali corsi curriculari in aula. Tra questi, il corso di Informatica, per gli studenti del primo anno nella FacoltÓ di Economia, si Ŕ svolto per la maggioranza degli studenti con la modalitÓ in presenza e per un gruppo con la modalitÓ blended learning. In questo rapporto si propone un confronto tra i due tipi di corso, paragonando dati quantitativi e dati qualitativi.
  Pascal: kiss it goodbye?
Agostino Lorenzi, Didamatica 2003 nell'ambito di Ted, Genova 27-28 febbraio 2003
  I docenti di matematica che curano l'approccio all'informatica nelle classi iniziali della scuola superiore si sono disaffezionati al linguaggio Pascal: i nuovi orientamenti vanno verso l'uso del foglio elettronico e dei software per la matematica. ╚ possibile recuperare gli aspetti formativi che erano presenti nell'uso del Pascal con altri ambienti software e attraverso una nuova visione della programmazione che tenga conto delle tecnologie ormai consolidate? La proposta qui presentata si basa sull'uso del foglio elettronico anche come ambiente di programmazione, con uno sguardo al Web.
  Teacher training through eLearning technology
Enrico Cavalli, Agostino Lorenzi, Online Educa Berlin, 2002
  Among the courses of the SILSIS school there is also an ?Elements of Information Technology? course, where graduates learn the use of ICT in the teaching of mathematics. This course is supported by an eLearning environment: lectures and practical sessions are developed both in the classroom and on line. All these aspects become a background for the future teachers, because they use an eLearning environment as "learners" for the first year, while in the second year they use it as teachers, developing schedules and contents for online learning in mathematics.
  La formazione dei docenti attraverso la tecnologia eLearning
Enrico Cavalli, Agostino Lorenzi, Workshop su Modellistica Matematica:Distribuzione di Informazioni e didattica on.line, Università della Calabria - Arcavacata di Rende 7-8 Ottobre 2002
  Un'esperienza di blended learning nell'ambito della scuola SILSIS con lo scopo di formare i docenti all'uso delle tecnologie e in particolare dell'eLearning, nella convinzione che l'uso della didattica in rete deve diventare una competenza di base per i futuri docenti.
  eLearning experiences in European Universities
Agostino Lorenzi, International Workshop, eLearning and eTraining: environments and strategies for education and business, Bergamo, September 27, 2002
  la presentazione del progetto dell'Università di Bergamo per la didattica in rete nell'ambito della sessione su "eLearning experiences in European Universities"
  E-Learning to acquire the basic ICT skills for first-year university students
Adriana Gnudi, Agostino Lorenzi, 2002 EDEN (European Distance Education Network) Annual Conference, University of Granada, Spain, june 2002
  The introduction of the e-learning framework in the university courses implies the knowledge of basic ICT (Information and Communication Technologies) concepts and, conversely, the project of a basic course in ICT has to provide the use of e-learning tools.
  Metodologia e tecnologia per l'e-learning
Contributo al Congresso AICA 2000, a cura di E.Cavalli e A.Lorenzi
 

Aspetti didattici e organizzativi dell'apprendimento attivo e collaborativo in rete, con una breve descrizione del progetto elearning.unibg.it


> e-learning

Moodle
Dokeos